VELOX IN TANGENZIALE SUD:ESPOSTO IN PROCURA


Il Movimento Nuovi Consumatori denuncia l’irregolarità delle postazioni fisse per il controllo del limite di velocità nei pressi di svincoli: “Vanno rimosse, saranno accertate le responsabilità dell’Amministrazione”. Un automobilista multato sessanta volte.
I contestatissimi autovelox della tangenziale sud finiscono all’attenzione della Procura di Parma. Nei prossimi giorni il Movimento Nuovi Consumatori presenterà un esposto-denuncia circostanziato per abuso d’ufficio e truffa contrattuale aggravata e continuata nei confronti dei cittadini di Parma, in merito alla presunta irregolarità delle due postazioni fisse.
I due apparecchi per il controllo del limite di velocità sono attivi dallo scorso 16 gennaio in un tratto della viabilità in corrispondenza di strada Farnese, dove si sono verificati numerosi e gravi sinistri. Installati in entrambi i sensi di marcia, scattano se viene superato il limite di 70 chilometri all’ora. In poche settimane, avrebbero già mietuto migliaia e migliaia di “vittime”. Un automobilista avrebbe collezionato ben 60 scatti e altrettante conseguenti contravvenzioni, per un importo complessivo di oltre 3mila euro. Per pagarli, ha dovuto chiedere un prestito in banca. Ma, denuncia il Movimento Nuovi Consumatori, in quella posizione gli autovelox sono irregolari. E andrebbero rimossi.
Il ricorso al giudice di pace è già stato presentato nei giorni scorsi: secondo una circolare del Ministero dell’Interno, dopo lo svincolo la postazione fissa di autovelox deve essere preventivamente segnalata dalla cartellonistica stradale. Segnali che mancherebbero in corrispondenza delle rampe di entrata e di uscita su strada Farnese. L’unica indicazione è collocata un chilometro prima, secondo le norme del codice della strada. Molti automobilisti multati sono ora in attesa della pronuncia del giudice di pace sui rispettivi ricorsi. Ma intanto, il Mnc ha deciso di rivolgersi alla Procura con un esposto: “La magistratura accerterà eventuali responsabilità penali in capo all’Amministrazione. In quella posizione gli autovelox non possono stare, sono irregolari, pericolosi e vanno rimossi” spiega Filippo Greci, presidente del Movimento

14 commenti su “VELOX IN TANGENZIALE SUD:ESPOSTO IN PROCURA

  1. Salve ,nel giro di una settimana ho ricevuto a casa due verbali del famoso autovelox killer tangenziale sud.
    In un mese due uno di 186 euro e 58 euro ,rispettivamente 87km e 77 km considerando che abitualmente non è una strada che faccio e che eviterò di farla in futuro.. andavo meno dei 90 km ed adesso mi tocca pagare delle multe ingiuste..
    Mi chiedo e giusto pagare e se ci sono possibilità di vincere il ricorso?
    Grazie .
    Saluti.

  2. ho ricevuto oggi la multa, facevo i 78 km orari e non percorrendo sempre questo tratto non l’ho notato. sono arrabbiata perche’ mi sento rapinata, e’ la classica multa per fare cassa, la tangenziale e’ grande a 2 corsie e in certi orari poco trafficata penso che fino ai 90 allora si viaggia con la massima sicurezza. PAGHERO! ma non sarebbe meglio che controllassero gli automobilisti che viaggiano senza assicurazione e sono tanti e quelli che in autocisa mi superano facendomi sbandare dalla loro velocita’?

    ciao a tutti

  3. Anche io ho preso due multe da questo velox ma, e scusate se faccio polemica, è segnalato due volte, non una. Inoltre chi entra da via Farnese l’ha già passato e non serve quindi che ci sia il segnale dopo. Mi chiedo quindi su quali basi fare ricorso.

    • Gentile Sig.ra,
      legga la gazzetta di ieri e si rendera’ conto di tante cose: vi e’ piu’ di una irregolarita’, vi e’ la presunta commissione di reati al vaglio della Procura….
      Cmq la Legge e’ Legge e si basa anche sui cavilli giuridici: cosi accade quando elevano le multe.
      Un caro saluto

  4. Anche mio figlio putroppo e finito nel tranello…con multa maggiorata per l’orario…..novita’mai sentita….ora bisogna buttare un occhio all’ora in cui si viaggia….viva l’Italia

  5. Buongiorno,
    ricevo in data odierna (08-05-2013) contestazione per violazione alle norme codice della strada riguardante l’argomento in questione.
    In data 13-03-2013 percorrendo tangenziale sud sono incappato nella postazione fissa autovelox.
    Mi si contesta velocità di 77km orari, per cui due oltre il limite + il 5%.
    Non ero io alla guida perché al corrente e mi sarei adeguato, ma mio figlio che percorrendo il tratto interessato una volta ogni due anni se va bene proprio non si è accorto della segnalazione.
    Ma tralasciando questo punto che riguarda il rispetto del codice della strada (più o meno giusto a secondo dei casi) faccio presente che io invece il tratto lo percorro spesso e proprio l’altro giorno in virtù del fatto che si ha una forte decelerazione poco mancava fossi coinvolto in un incedente in quanto si vergono a formare ingorghi pericolosi. Pertanto voglio fare presente la PERICOLOSITA’ della norma applicata i una via a scorrimento veloce.
    Mi accingerò da buon e onesto cittadino a pagare la sanzione, nel contempo ringrazio chi si stà opponendo a questo ulteriore atto vessatorio nei confronti dei cittadini.
    In attesa di buone nuove ringrazio per l’attenzione.

    BIANCO CALATTINI
    Via Cagliari 17
    43122 Parma

    b.calattini@libero.it

I commenti sono chiusi.